Cinque miti (sfatati) su covid e mascherine

Condivido con piacere un articolo di Focus che riassume in modo chiaro il rapporto tra covid e mascherine.

Le mascherine tolgono ossigeno? Chi non è infetto non le deve indossare? Contro le falsità dei complottisti del web, cinque dubbi chiariti una volta per tutte.

Mascherina sì o mascherina no?

La questione infiamma soprattutto l’arena dei social network (e molte piazze statunitensi), diventando uno dei cavalli di battaglia dei complottisti che sostengono, tra le altre cose, che indossare la mascherina possa essere addirittura dannoso.

Se è vero che l’Italia, secondo un sondaggio dello scorso aprile, si piazzava al terzo posto per numero di persone che indossavano la mascherina (dietro a Vietnam e Cina), è comunque importante rinfrescare la memoria e sfatare alcuni tra i miti più comuni ancora diffusi su uno degli strumenti al momento ancora più efficaci per proteggerci dalla covid e dal suo coronavirus, il SARS-CoV-2.

Covid e mascherine 01

Secondo un sondaggio Ipsos, nell’aprile 2020, nel pieno della pandemia anche nel nostro Paese, l’81% degli italiani indossava la mascherina per proteggersi dal coronavirus SARS-CoV-2. | STATISTA

NON È VERO CHE FA MANCARE L’OSSIGENO.

Indossare una mascherina chirurgica non produce un’intossicazione da CO2, né causa deficit di ossigeno.

Basti pensare al personale medico, che da decenni indossa mascherine per diverse ore al giorno, senza soffrirne.

Un dottore irlandese, Maitiu O Tuathail, ha pubblicato su Twitter un video in cui dimostra che i livelli di saturazione di ossigeno nel sangue rimangono al 99% indossando non una, bensì sei mascherine contemporaneamente.

Quello che la OMS consiglia di non fare è indossare la mascherina mentre si fa sport: il sudore può inumidirla più velocemente, riducendo così la capacità di chi la indossa di respirare con normalità e favorendo la prolificazione di microrganismi.


Covid e mascherine 02

È fondamentale indossare correttamente la mascherina: ecco alcune semplici regole da seguire per utilizzare correttamente le mascherine chirurgiche e quelle in tessuto (clic sull’immagine per ingrandirla).

NON È VERO CHE SE NON SEI INFETTO, NON SERVE.

Uno studio condotto sul focolaio di Vo’ Euganeo (Padova) ha rilevato che il 40% degli infetti era asintomatico.

Un’altra ricerca suggerisce che oltre la metà dei casi di covid sarebbero causati da soggetti asintomatici e presintomatici.

Tutto questo significa che, anche se ci sentiamo bene, possiamo essere contagiati e contagiosi: da qui l’importanza di indossare tutti la mascherina, non solo gli infetti, proprio perché chiunque potrebbe essere inconsapevolmente infetto.

COVID E MASCHERINE: EGOISTI E ALTRUISTI.

Le mascherine chirurgiche, in particolare, non proteggono tanto chi le indossa ma gli altri, perché impediscono o riducono sensibilmente la dispersione delle goccioline della respirazione e perciò bloccano il virus che, se presente, da quelle goccioline è trasportato.

Il concetto è semplice: io indosso la mascherina per proteggere te, tu la indossi per proteggere me – e questo vale specialmente nei luoghi dove non è possibile garantire il corretto distanziamento.


CON PATOLOGIE CRONICHE SI FA PIÙ FATICA.

È vero, chi soffre di patologie respiratorie come asma e broncopatia con la mascherina fa più fatica a respirare, ma non è vero che indossarla peggiori la malattia!

Invece, indossarla e pretendere che le persone attorno la indossino è una garanzia: chi è affetto da malattie respiratorie dovrebbe essere il primo a volere che questa semplice misura protettiva sia sempre rispettata.

«Non immaginiamo cose che non esistono», afferma la dottoressa Jennifer Ashton dai microfoni del notiziario statunitense Good Morning America: «stiamo parlando di proteggere la vita delle persone.»


NON È VERO CHE LA MASCHERINA RENDE INVINCIBILI.

Questo è un piccolo paradosso: tra chi indossa la mascherina ci sono anche persone che, proprio per il fatto di averla, violano altre norme di sicurezza.

Indossare la mascherina non basta: l’OMS lo ripete dall’inizio della pandemia, quando sottolineava che utilizzare la mascherina avrebbe potuto “creare un falso senso di sicurezza e spingere a tralasciare altre misure essenziali”.

Il distanziamento sociale e l’igiene personale sono altrettanto fondamentali e la mascherina non deve darci l’illusione di essere protetti sempre e comunque.

Fonte: Focus.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *